?

Log in

“Ti ho detto di lasciarmi in pace, vecchia pazza!” strilla Abilene, spalancando la porta della Bibliotecarcana.
“Giovane Abilene dell’Angelo, ti ho già detto che quanto devo dirti è di fondamentale importanza: le leggi della natura—“
“Lo sai dove puoi infilartele le tue leggi della natura, rincitrullita che non sei altro?”
“Ho il Dono della Vista, giovane dell’Angelo,” risponde la preside Flowerbloom, oltraggiata, “Io so tutto.”
“Ecco, appunto,” chiude il discorso lei. E poi le chiude la porta in faccia, voltandosi verso Ailin e appoggiandosi di schiena alla superficie di legno, espirando esausta. “Dimmi che hai finito. Non ce la faccio più a restare in questo posto.”
Ailin si alza in piedi, porgendole due fogli di pergamena riempiti da una calligrafia minuscola e così fitta che si fa fatica a distinguere gli spazi fra le parole.
“Lo prenderò per un sì,” conclude Abilene, rinunciando prima ancora di cominciare all’impresa di leggere la formula. “So già dove andare adesso. Ci serve una magia più selvaggia di quella a cui siamo abituati. La Landa di Volqaria— Manila me ne parlò una volta. Quando eravamo ragazzini.” Per un attimo, i suoi occhi restano offuscati da un velo di lacrime. Ma prima ancora che Ailin possa muoversi per accarezzarle una spalla con fare consolatorio Abilene si riscuote, e sorride. “Andiamo?”
*
Appoggiato alla finestra, Clun lascia scorrere gli occhi innamorati sullo skyline di Upper London. Le immense isole galleggianti che ne formano la superficie, legate fra loro da ponti mobili di corde e assi di legno flessibili, emettono bagliori rosati alla base, le pietre infuse di magia riverberano del colore del sole che, svariati chilometri sotto di loro, si tuffa nell’immensità dell’oceano che ricopre l’interezza della superficie del globo.
Gli ricorda la Qides che conosce dai libri di storia, tutte le illustrazioni e i dipinti classici sui quali a scuola poteva soffermarsi per delle ore, sospirando felice. La Qides Medievale che non ha mai visto dal vivo, ma che porta dentro di sé.
Cyprian gli si avvicina e gli accarezza le spalle con aria quasi timorosa. Sta accadendo qualcosa, fra loro. Nessuno dei due è ancora sicuro di cosa.
“Ci siamo quasi?” domanda Cyprian.
Clun annuisce, soddisfatto. “La Macchina del Tempo Selettiva è quasi pronta. Oggi ho rimandato un pesce indietro di un minuto. È stato divertente,” commenta con un risolino.
Cyprian lo osserva intenerito. Stringe le mani attorno alle sue spalle e lo invita a voltarsi. Il corpo di Clun segue l’invito e per un attimo i due si fronteggiano, sospesi come la Landa che li ospita.
Poi sentono un’esplosione fortissima provenire dal piano interrato. Lanciando un urlo, Clun si affaccia alla finestra solo per osservare una macchina volante che si fa strada fra le macerie di una parete esplosa. Caricata sul tettuccio, la Macchina del Tempo.
“No!” urla.
Lui e Cyprian si lanciano come furie per la strada, inseguono la macchina volante e, quando incontrano una pattuglia di Floatland Yard, provano a denunciare il furto. Qualcosa non funziona a livello comunicativo, però, perché è loro che Floatland Yard comincia ad inseguire.
Finché tutto sembra quasi perduto. Un attimo prima che un’enorme nave alata si pari di fronte a loro, occultando metà del cielo.
*
Hanno passato su Minthe un’intera settimana, ma non sono riusciti a ricavare quasi niente di utile dai popoli in guerra. Quasi tutti ricordano ancora Manila, quasi tutti hanno cercato di fare la loro parte per dare una mano, ma è la guerra, la vera essenza di Minthe, l’invasione, la prevaricazione, la violenza. Ne è talmente piena che la magia non ha potuto fare altro che insinuarsi fra le intercapedini, cercando uno spazio sufficiente per espandersi, senza però trovarlo.
“Stiamo perdendo tempo,” sbuffa Metacomet, inerpicandosi lungo un sentiero scosceso e polveroso. Le due lune di Minthe, alte sopra le loro teste, illuminano la strada col loro chiarore azzurrino. “Non c’è niente di utile qui.”
“Credevo che le guerre avessero termine, dopo il passaggio della Veggente,” commenta Mickal, seguendo la mappa che un giovane umano gli ha passato prima di tornare alle sue battaglie, “Credevo che il punto fosse questo. Il punto delle Guerre delle Lande, intendo. Portare la pace.”
“Sai cosa, Mick?” quasi ringhia Metacomet, arrivando finalmente sulla sommità dell’altura, “Anche io ero convinto che ci fosse un punto, dietro a tutte queste guerre, dietro a tutta questa violenza. Ma sto cominciando a pensare che…” la frase resta sospesa, come il respiro di Metacomet.
Stupito dall’improvviso silenzio, Mickal gli si affianca, conservando la mappa nelle pieghe della veste.
“Cosa c’è che non va?”
“Questo è un portale,” dice Metacomet, indicando l’arco di pietra la cui presenza stride con tutto quanto lo circondi, e il vortice dai colori cangianti che si agita al suo interno.
Mickal aggrotta le sopracciglia. “Cosa ci fa qui un portale?” si domanda, studiandone la superficie. Riesce a percepire la magia della Veggente nelle crepe della pietra. Che sia stato opera di Manila? “Mi stupisce che nessuno l’abbia mai attraversato per poi tornare indietro,” dice.
Poi solleva lo sguardo.
Metacomet è già sparito.
*
”Quindi, niente bassoriandolo nel tuo orto personale, Bluebelle?” domanda Vibidius con vago disappunto.
“Mi dispiace,” sospira Lady Bluebelle, appoggiandosi teneramente alla spalla di Lady Ruby per ringraziarla del tè che le ha appena portato, “Non so come potessi pensare di trovarlo qui, Vibidius. Il bassoriandolo cresce solo nel fondo più fondo del Bosco delle Lame. Se provi ad allontanarlo dal suo ambiente naturale, si secca e muore.”
“È la prima volta che ti vedo avere torto, Vibidius,” commenta Lacros, sorseggiando il suo tè, “Devo ammettere che, nonostante la situazione e le implicazioni, è stranamente gratificante.” Lænton, al suo fianco, annuisce dietro la sua tazza.
“Oh, per favore,” sbotta Vibidius, scrollando i lunghi capelli biondi lungo le spalle, “Bluebelle, la cosa non è discutibile. Il bassoriandolo ci serve. Manila—“
“Conosciamo bene la situazione della Veggente,” taglia corto Lady Ruby, alzandosi in piedi. Ha già una mano sull’elsa della spada pendente dalla cintura legata stretta attorno alla vita. “Vi accompagnerò io. So dove trovare il bassoriandolo. Blue me l’ha mostrato, una volta.”
“Ruby,” Bluebelle si alza in piedi a sua volta, stringendo fra le proprie le mani della compagna, “È un viaggio molto pericoloso.”
Ruby sorride solo con un angolo della bocca. “Tornerò da te, Blues,” la rassicura, “Lo faccio sempre, no?”
Poche ore dopo, in effetti, Ruby è di ritorno. Ricoperta di sangue. Fortunatamente non suo.
Ignorando le macchie viscose, Bluebelle le si lancia fra le braccia, stringendola forte.
“È tutto a posto, Blues,” dice lei, baciandola sulla fronte, “Sto bene. E anche i tre imbecilli là dietro,” continua, indicando con un pollice il Sommo Priore di Tanis, il suo consorte e Vibidius, unico sul quale il sangue sembra non aver fatto presa, che stringe felice la sua piantina secca di bassoriandolo, “Stanno bene. Ora dobbiamo partire.” Le si allarga un sorriso divertito sulle labbra. “Finalmente ti porto a visitare la mia terra.”
Bluebelle riesce solo a pensare che avrebbe preferito farlo come viaggio di nozze.
*
Langley e Shannen non lo mollano un secondo. Celes apprezza i loro sforzi e capisce perché lo fanno, naturalmente. È anche loro molto grato, ed effettivamente per la maggior parte del tempo averli sempre intorno lo aiutano a distrarsi. Stasera, poi, anche Helena e Nox sono passati a trovarlo – senza dubbio invitati da loro, preoccupati da questa tristezza che non riesce in alcun modo a scrollarsi di dosso.
Cenano tutti insieme in camera sua. Langley ordina personalmente tutte le pietanze, e fiumi di bevande alcoliche. Celes beve un po’, mangia pochissimo, li osserva ridere e scherzare fra di loro. Quando cercano di coinvolgerlo, risponde sorridendo. Cerca di non fare pesare il proprio cattivo umore, ma è difficile.
Verso mezzanotte sono tutti così ubriachi che nessuno se ne accorge, quando scivola fuori dalla stanza. Attraversa il corridoio buio a memoria, senza bisogno di accendere la luce. Scivola all’interno della stanza di sua madre, come ha fatto tutte le sere prima di andare a dormire, quando era sicuro che Langley e Shannen non se ne sarebbero accorti.
Si siede accanto al letto, poi si china sulla figura immobile di sua madre e nasconde il viso contro il suo collo, come faceva da piccolo quando lo portava da qualche parte e qualcosa di imprevisto e improvviso lo spaventava.
Piange in silenzio, finché non si addormenta, sperando di poter condividere i suoi sogni con lei, per farle almeno un po’ di compagnia.


Popoli da tutte le Lande, a raccolta!

La terza settimana del COW-T #7 si è appena chiusa, ed anche a questo giro è stato il consueto bagno di sangue. Il #teamTSH e il #teamQID si sono dati battaglia senza esclusione di colpi, ed alla fine il #teamQID è riuscito a prevalere, sebbene una minima parte delle spoglie di guerra sia comunque riuscito a portarle a casa anche il #teamTSH.

Congratulazioni inoltre a tutte le squadre nella loro interezza per aver portato a termine (con i massimi onori!) la missione di Crisi, mantenendo vivo il sottile filo della speranza per Manila. Vi avevamo chiesto dieci fic, ce ne avete date 61, lol: siete meravigliosi, vi amiamo dal più profondo del nostro cuoricino peloso - e anche Celes vi è estremamente grato.

Non pensate, però, che le vostre battaglie, solitarie, di squadra o comunitarie che siano, si possano considerare concluse: davanti a voi ci sono ancora parecchie settimane, e le missioni che vi attendono sono sempre più difficili.

PUNTI MISSIONE
Ogni missione assegnata alle squadre va completata raccogliendo un certo numero di Punti Missione (PM) attraverso la segnalazione delle proprie storie nel form di FDP, avendo cura di inserire la spunta per la rispettiva missione.
Il numero di PM ottenuti è pari a quello del numero di parole, diviso per 20 e arrotondato per difetto (es: 100 parole = 5 PM; 119 parole = 5 PM; 120 parole = 6 PM); si riceve altresì un bonus al momento della segnalazione:
- se la storia è postata e segnalata entro il martedì, si ottiene un bonus del 20%;
se la storia è postata e segnalata entro il venerdì, si ottiene un bonus del 10%.
Tutti i calcoli sono effettuati dal form al momento della segnalazione e in modo automatico.
PROGRESSO
Ogni missione completata fornisce una certa quantità di Progresso rispetto all'obiettivo che ciascuna squadra si pone:
- il team Tshivinzemlya si propone di evocare il più potente incantesimo possibile, per risanare nello stesso momento la Veggente e il Cristallo;
- il team Qides si propone di costruire una Macchina del Tempo Selettiva per riportare il Cristallo indietro nel tempo e usarlo per guarire la Veggente;
- il team Ysmaros si propone di collezionare una serie di potenti artefatti che abbiano il potere di riforgiare un nuovo Cristallo e, poi, quello della Veggente;
- il team Somrak si propone di distillare una miracolosa pozione che guarisca la Veggente, in modo che possa ripristinare il Cristallo.
Il progresso è espresso in percentuale (%). Quando un team avrà raggiunto il 100%, potrà tornare su Tanit e provare a perseguire il proprio obiettivo, prima che scada il tempo e la vita della Veggente sia perduta per sempre.
MISSIONE 1
Il team che porterà a termine il compito di scrivere un qualsiasi numero di storie, lunghe almeno 1500 parole ciascuna e per un totale di almeno 350 PM, utilizzando uno dei due prompt scoperta / pericolo, avanzerà del 3% di progresso. Se i due prompt vengono usati insieme, il limite minimo è abbassato a 750 parole per storia.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
SCOPERTA
PERICOLO
350 PM minimo
1500 parole minimo per 1 prompt
750 parole minimo per 2 prompt
MISSIONE 2
Il team che porterà a termine il compito di scrivere esattamente 6 storie, lunghe almeno 1000 parole ciascuna, usando una sola volta ciascuno dei seguenti prompt: ANGST, FLUFF, GENDERBEND, MISSING MOMENT, THREESOME, WHAT IF, avanzerà del 3% di progresso. Ciascun partecipante può sottoporre UNA SOLA STORIA per questa missione.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
ANGST
FLUFF
GENDERBEND
MISSING MOMENT
THREESOME
WHAT IF

(uno a testa)
esattamente 6 storie
1000 parole minimo
MISSIONE 3 - MISSIONE DI CRISI
Il COW-T 7 introduce un nuovo tipo di missione, chiamato "missione di crisi", in cui per esigenze di trama tutti i team sono chiamati a contribuire a un unico obiettivo, solitamente molto più difficile rispetto ad altre prove.
Il superamento di questa missione è conteggiato sommando i risultati di tutti i team.
- Se la soglia relativa alla missione di crisi non viene raggiunta, nessun team riceve % di progresso; tale fallimento potrebbe essere decisivo per il raggiungimento della soglia del 100% per ottenere una missione completata.
- Se la soglia relativa alla missione di crisi viene raggiunta, ciascun team riceve una % di progresso proporzionale al proprio contributo alla missione.
I team sono chiamati a portare a termine il compito di scrivere 40 storie da almeno 500 parole, con prompt a scelta tra vuoto / troppo tardi / all'ultimo secondo. In caso di successo, si divideranno l'avanzamento del 10% di progresso, proporzionalmente allo sforzo compiuto per il completamento della missione.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
VUOTO
TROPPO TARDI
ALL'ULTIMO SECONDO
40 storie complessive
500 parole minimo
BONUS PROGRESSO
Il team che avrà scritto il maggior numero di storie avanzerà di un ulteriore 2% di progresso. Il team che avrà raccolto il maggior numero di PM avanzerà di un ulteriore 2% di progresso.


Ricordate che siamo qui per ogni domanda, ma che vi è tassativamente e moralmente proibito cominciare a chiederci robe tipo "maaaaa se io scrivo su mia nonna in carriola e mio nonno sul trattore, posso usarla come interpretazione di questo o quel prompt?", perché queste sono sempre le domande alle quali non manchiamo mai di rispondere con un educatissimo "fai il cazzo che ti pare". Compilate il form attentamente (e ricordate si spuntare la casellina del COW-T e della missione alla quale la storia partecipa, o non verrà conteggiata!), date un'occhiata al regolamento prima di muovervi a sproposito, sentitevi liberi di consultare il minisito dedicato all'iniziativa, scrivete tanto - entro le 23.59 del 25/02 -, divertitevi ancora di più ed alla settimana prossima! ♥
 
 
“Vi dico che ho già mandato emissari al cospetto della Veggente, e la vostra presenza qui è del tutto superflua, signori,” ribadisce compitamente la preside Flowerbloom, assisa su un trono intrecciato di foglie d’acacia, rami d’acero e more di bosco. More a causa delle quali ovviamente la sua tunica bianca si è tutta macchiata.
“E io ti ripeto per l’ennesima volta che non siamo qui per i tuoi stupidi messaggi, vecchia pazza! Per tutti gli dei!” strilla Abilene, le mani nei capelli, “Tutto ciò che vogliamo è libero accesso all’ala segreta della Bibliotecarcana! Sto cercando di fartelo capire da mezz’ora ma vedo che i venti felici anni che ho passato lontana da questa scuola orribile non sono serviti a migliorarti come veggente, né tantomeno come essere umano!”
“Quanta maleducazione,” borbotta la preside, distogliendo oltraggiata lo sguardo, “Sei sempre stato un ragazzino scostumato, giovane Abilene dell’Angelo.”
“Sono
femmina adesso, sciroccata arteriosclerotica! Occielo, perché non mi ascolti?!”
“Abilene,” si intromette Ailin, osservando la scena con mal dissimulato sconcerto, “Chi è questa donna, e perché non ci lascia passare?”
“Non posso perché sono prigioniera, giovane piccione piumato.” La preside prova a sollevare entrambe le braccia, mostrando l’intrico di rami che le blocca. “Il mio trono è diventato un frutteto. E poi ha preso vita.”
“Se resto in questa stanza un secondo di più…” ringhia Abilene, fuori di sé dalla rabbia. Fortunatamente, la porta della sala si apre, lasciando passare la vicepreside Kaja che, trafelata, si avvicina a grandi passi, i capelli biondi che le ondeggiano lungo le spalle.
“Sono arrivata non appena ho saputo!” dice, a corto di fiato, “Abilene, perdonami. Tu e il tuo compagno potete seguirmi da questa parte. Vi garantirò io stessa accesso incondizionato alla Bibliotecarcana per tutto il tempo che vi servirà. Non mi piace quello che sta succedendo alle Lande, la magia non è serena.”
“Non hai nemmeno idea,” sbuffa Abilene, seguendola fuori dalla stanza e lungo il corridoio.
*
”Non è come dovrebbe essere,” dall’alto del Belvedere d’Acciaio, Clun osserva la sua città in fiamme. Si è reso conto immediatamente al suo arrivo che qualcosa non andava, la magia non rispondeva più alle perfette, immutabili leggi fisiche e chimiche che per centinaia di anni avevano retto il perfetto equilibrio dell’intera Qides, macchinari vecchi di secoli e non più funzionanti hanno preso vita e si sono rivoltati con furia incontrollabili contro i loro creatori, opere facenti parte da decenni della vita quotidiana degli abitanti del paese hanno smesso improvvisamente di funzionare lasciando i loro creatori nel caos più assoluto. “Non è affatto come dovrebbe essere!” urla contro il cielo, abbattendo entrambi i pugni contro il basso muretto addossati al quale lui e Cyprian osservano la scena.
Cyprian gli si avvicina lentamente, appoggiandogli una mano sulla spalla. “Vieni qui,” sospira, stringendolo in un abbraccio consolatorio. Clun gli scompare contro, voltandosi verso di lui e nascondendo il volto contro il suo collo. Intenerito, Cyprian gli lascia un bacio sulla sommità della testa. “Conosco un posto simile in cui forse potremo trovare quello di cui abbiamo bisogno.”
Senza neanche allontanarsi da lui, Clun annuisce.
*
”Ma è sempre stato così, questo posto?!” strilla Mickal, spostandosi appena un attimo prima che una folata di vento incomprensibilmente rosa e foriero di glitter lo investa in pieno.
“Assolutamente no!” risponde Metacomet, evitando con un salto aggraziato la stessa folata di vento, “Manila adorava la Landa di Fandom, ma non l’ha mai amata per la sua magia. E questo perché su Fandom
non c’è mai stata magia!”
“Be’, apparentemente adesso è tutto diverso,” Mickal dice retoricamente, afferrando il vento magico con entrambe le mani e richiudendolo nel proprio pugno, fino a farlo scomparire. “Che fastidio,” borbotta dunque, “In compenso, sento tracce della magia della Veggente. Sono evidenti, non le percepisci anche tu?”
“Non sono mai stato particolarmente sensibile alle tracce di magia. La mia famiglia mi ha sempre preso in giro per questo. Grazie per aver reso inutili trent’anni di terapia.”
“Stiamo perdendo tempo,” sbotta Mickal, facendo strada lungo un sentiero che si restringe, si allarga, poi si restringe di nuovo e infine si chiude a imbuto, conducendoli ad una grotta. Ne attraversano i corridoi con crescente orrore, osservando i cadaveri di mostri ormai spolpati che affollano il pavimento, e poi fermandosi all’improvviso quando individuano l’animale posseduto da una magia che non avrebbe mai dovuto sfiorarlo stagliarsi contro una sala scavata nella pietra dal soffitto alto e ricoperto di stalattiti.
“Cielo,” esala Metacomet, “È bruttissimo.”
“E forte, anche,” commenta più sensatamente Mickal, mettendosi in posizione di combattimento, “Ma dovremo affrontarlo.”
“E perché?!”
Mickal indica con un cenno del capo la spada assisa sull’altare di cristallo alle spalle del mostro. “Quella è la Spada della Fenice +5. Ci serve,” dice.
Metacomet sospira, posizionandosi al suo fianco. “E allora andiamo,” concede, un attimo prima di saltare all’attacco insieme al suo compagno.
*
”Non ci hai poi mai rivelato come hai convinto la Consigliera Rojas Muñoz a prestarti una delle sue navi,” commenta Lacros mentre con mani esperte aiuta Lænton ad assicurare le cime dell’imbarcazione a qualsiasi appiglio vagamente utilizzabile riescano a trovare sulle sponde di un biancore accecante dell’isola sulla quale Vibidius li ha costretti a sbarcare qualche minuto fa.
“Ah, è una storia veramente buffa,” risponde Vibidius con un sorriso, aggirandosi con interesse attorno a certi cespugli dalle foglie di un verde così scuro da sembrare nero proprio al limitare della foresta nella quale la spiaggia si trasforma allungandosi verso l’interno, “Si dà il caso che io sia effettivamente andato dalla Consigliera Rojas Muñoz a chiederle in prestito un’imbarcazione, ma come d’altronde la Duchessa d'Harlequin-Mauilly e il Generale Solensson precedentemente, anche lei mi ha detto di no.”
“Aspetta, non ho capito,” dice Lænton, mollando la cima che teneva fra le mani e voltandosi verso di lui, “Cosa vorrebbe dire che ti ha detto di no?”
“Potrei come non potrei,” dice Vibidius, chinandosi su uno dei cespugli e raccogliendo una mezza dozzina di fragoline di bosco, “Averla rubata.”
“Come?!” strilla Lacros, lanciando entrambe le braccia per aria e roteandole forsennatamente, “Hai rubato una nave alla donna dalla flotta più potente di tutta Leda?!”
“Non confermo né smentisco niente,” sorride serafico Vibidius, conservando le fragoline all’interno di un vasetto e tornando a voltarsi verso di loro. “Nel mentre, qui abbiamo finito. Sciogliete pure le cime.”
“Ma abbiamo appena finito di assicurarle!”
Vibidius scrolla le spalle, arrampicandosi tramite una scala di corda lungo il fianco panciuto della nave. Sospirando pesantemente, Lænton e Lacros ricominciano ad armeggiare con i nodi.
*
Avvolto in un lenzuolo e completamente nudo al di sotto di esso, Celes si appoggia alla balaustra di cristallo del balcone della sua camera ed osserva Tanit immersa nella notte più buia che ricordi. Sembra che tutto il paese sia a lutto per il sonno dal respiro debole di sua madre. Al solo pensiero gli salgono nuovamente le lacrime agli occhi, e deve combattere contro il suo cuore con tutto se stesso per impedirsi di piangere.
Le mani calde di Langley gli si appoggiano sulle spalle scoperte, e Celes si lascia andare ad un brivido mentre si appoggia con la schiena al suo petto. “Mi dispiace di averti svegliato.”
“Aver
ci svegliato,” lo corregge Shannen, apparendo al suo fianco ed appoggiandogli il mento contro una spalla.
“Aver
vi svegliato,” sorride tristemente Celes, strofinando il volto contro il suo come un gattino.
Langley si china a baciargli il collo, cercando di confortarlo. “Immaginavamo che non ti sarebbe stato facile dormire, dopo quanto ti abbiamo rivelato.”
“Scherzi?” sbuffa lui, ironico, “D’altronde mi hai solo detto che la Preside Flowerbloom è convinta che una forza oscura e malvagia stia per distruggere tutte le Lande e che la Vicepreside Kaja pensa che potrebbe essere la seconda volta in più di cinquecento anni che la Preside azzecca una profezia. Dev’essere venerdì.”
Suo malgrado, Langley ride, abbracciandolo da dietro. “Andrà tutto a posto,” cerca di rassicurarlo, “Ce la faremo, se restiamo uniti.”
“Resterete?” domanda Celes, cercando le labbra di Langley per un bacio, “Almeno per un po’?”
Langley annuisce, accontentandolo. Pochi istanti dopo, Shannen fa lo stesso.


DING-DONG, LA STREGA E' MO-- No, non c'entra niente. *si schiarisce la voce*

Popolo assetato di sangue, la seconda settimana del COW-T si è appena conclusa in un'epica esplosione di lustrini \o\ #everythingisgay, come d'altronde risulta evidente dalle intro di questa settimana. Che, una volta tanto, servono a qualcosa di più che ad alimentare il vostro fangirling, come potrete notare dalla tabella riassuntiva che seguirà a breve!

Frattanto, prendiamoci un secondo per complimentarci coi vincitori di questa settimana, che non sono uno bensì due: il #teamTSH per il conto totale degli MP (per un conto totale di oltre 5000) e il #teamYSS che torna alla vittoria del numero di fic (30), semi-bissando la vittoria della settimana scorsa!

Vi lasciamo adesso alle missioni per la terza settimana. E tenete a mente il monito di Langley (lo sappiamo che pendete dalle sue labbra): potrete farcela, ma solo combattendo insieme...

PUNTI MISSIONE
Ogni missione assegnata alle squadre va completata raccogliendo un certo numero di Punti Missione (PM) attraverso la segnalazione delle proprie storie nel form di FDP, avendo cura di inserire la spunta per la rispettiva missione.
Il numero di PM ottenuti è pari a quello del numero di parole, diviso per 20 e arrotondato per difetto (es: 100 parole = 5 PM; 119 parole = 5 PM; 120 parole = 6 PM); si riceve altresì un bonus al momento della segnalazione:
- se la storia è postata e segnalata entro il martedì, si ottiene un bonus del 20%;
se la storia è postata e segnalata entro il venerdì, si ottiene un bonus del 10%.
Tutti i calcoli sono effettuati dal form al momento della segnalazione e in modo automatico.
PROGRESSO
Ogni missione completata fornisce una certa quantità di Progresso rispetto all'obiettivo che ciascuna squadra si pone:
- il team Tshivinzemlya si propone di evocare il più potente incantesimo possibile, per risanare nello stesso momento la Veggente e il Cristallo;
- il team Qides si propone di costruire una Macchina del Tempo Selettiva per riportare il Cristallo indietro nel tempo e usarlo per guarire la Veggente;
- il team Ysmaros si propone di collezionare una serie di potenti artefatti che abbiano il potere di riforgiare un nuovo Cristallo e, poi, quello della Veggente;
- il team Somrak si propone di distillare una miracolosa pozione che guarisca la Veggente, in modo che possa ripristinare il Cristallo.
Il progresso è espresso in percentuale (%). Quando un team avrà raggiunto il 100%, potrà tornare su Tanit e provare a perseguire il proprio obiettivo, prima che scada il tempo e la vita della Veggente sia perduta per sempre.
MISSIONE 1
Il team che porterà a termine il compito di scrivere un qualsiasi numero di storie, lunghe almeno 500 parole ciascuna e per un totale di almeno 250 PM, utilizzando il prompt "Le cose non vanno mai come credi", avanzerà del 3% di progresso.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
Le cose non vanno mai come credi
250 PM minimo
500 parole minimo
MISSIONE 2
Il team che porterà a termine il compito di scrivere un qualsiasi numero di storie, lunghe almeno 500 parole ciascuna e per un totale di almeno 250 PM, riutilizzando nella propria storia contemporaneamente almeno 3 parole-chiave, avanzerà del 3% di progresso.
Per parole-chiave si intendono NOMI (propri o comuni), AGGETTIVI o VERBI tratti dalla sezione dell'introduzione di questa settimana relative al proprio team OPPURE a Celes; le parole vanno usate tal quali, senza variazioni di tempo o di genere.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
3 parole-chiave a scelta
250 PM minimo
500 parole minimo
MISSIONE 3 - MISSIONE DI CRISI
Il COW-T 7 introduce un nuovo tipo di missione, chiamato "missione di crisi", in cui per esigenze di trama tutti i team sono chiamati a contribuire a un unico obiettivo, solitamente molto più difficile rispetto ad altre prove.
Il superamento di questa missione è conteggiato sommando i risultati di tutti i team.
- Se la soglia relativa alla missione di crisi non viene raggiunta, nessun team riceve % di progresso; tale fallimento potrebbe essere decisivo per il raggiungimento della soglia del 100% per ottenere una missione completata.
- Se la soglia relativa alla missione di crisi viene raggiunta, ciascun team riceve una % di progresso proporzionale al proprio contributo alla missione.
I team sono chiamati a portare a termine il compito di scrivere almeno 10 storie, lunghe almeno 1000 parole ciascuna, usando uno o più dei seguenti prompt: CROSSDRESSING, FUCKING DEVICES, SENSORY DEPRIVATION, INCEST. In caso di successo, si divideranno l'avanzamento del 10% di progresso, proporzionalmente allo sforzo compiuto per il completamento della missione.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
CROSSDRESSING
FUCKING DEVICES
SENSORY DEPRIVATION
INCEST

(a scelta)
10 storie
1000 parole minimo
Il team che avrà scritto il maggior numero di storie avanzerà di un ulteriore 2% di progresso. Il team che avrà raccolto il maggior numero di PM avanzerà di un ulteriore 2% di progresso.

Sentitevi pure liberi di ritirarvi e ritrovarvi settimanalmente nelle vostre chatroom private di squadra in cui chiacchiererete felicemente di cosa siete disposti a fillare e brainstormerete insieme per aiutarvi a plottare storie! Il COW-T incoraggia gli scannamenti (moderati) fra squadre opposte, ma incoraggia anche il gioco di squadra, quindi, ecco, giocate di squadra <3

CHIARIFICAZIONI SUI PROMPT DELLA M3:
CROSSDRESSING: indossare abiti tradizionalmente associati al sesso opposto, per esempio un uomo che indossi gonna e tacchi alti o una donna che indossi un completo con giacca e cravatta.
FUCKING DEVICES: ai fini di questo prompt intendiamo qualsiasi aggeggio usato a scopi penetratori sia attivi che passivi, purché si tratti di qualcosa di meccanico (cioè fatto potenzialmente per funzionare da solo senza l'intervento umano). Va bene un vibratore di qualsiasi tipo (classico, ovetto, butt plug vibrante, ecc.), ma non un dildo; va bene una fleshjack o altro tipo di masturbatore automatico, ma non uno manuale; va bene qualsiasi tipo di fucking machine, vera o immaginaria che sia.
SENSORY DEPRIVATION: ai fini di questo prompt intendiamo qualsiasi espediente usato per limitare uno dei cinque sensi durante il sesso. Vanno bene bende e qualsiasi cosa usata per bendare gli occhi; vanno bene bavagli, ballgag, nastro adesivo e qualsiasi cosa usata per impedire l'uso della bocca; va bene il bondage di ogni tipo (corda, manette ecc.) ma SOLO se riguarda le mani (se lego le caviglie, per esempio, non va bene perché non ho limitato nessun senso); vanno bene tappi per le orecchie, cuffie con musica ad alto volume e qualsiasi cosa usata per limitare l'udito; va bene qualsiasi combinazione di quanto sopra.
INCEST: "non c'è cosa più divina" eccetera eccetera.

Ricordate che siamo qui per ogni domanda, ma che vi è tassativamente e moralmente proibito cominciare a chiederci robe tipo "maaaaa se io scrivo su mia nonna in carriola e mio nonno sul trattore, posso usarla come interpretazione di questo o quel prompt?", perché queste sono sempre le domande alle quali non manchiamo mai di rispondere con un educatissimo "fai il cazzo che ti pare". Compilate il form attentamente (e ricordate si spuntare la casellina del COW-T e della missione alla quale la storia partecipa, o non verrà conteggiata!), date un'occhiata al regolamento prima di muovervi a sproposito, sentitevi liberi di consultare il minisito dedicato all'iniziativa, scrivete tanto - entro le 23.59 del 18/02 -, divertitevi ancora di più ed alla settimana prossima! ♥
 
 
“Pensi che così possa funzionare?”
Ailin solleva lo sguardo, incontrando gli occhi carichi di preoccupazione di Abilene. Vorrebbe dirle che, così turbato, il suo spirito non potrà essere di nessun aiuto nel corso della loro ricerca. Poi si rende conto che non sono passati che pochi giorni da quando ha visto la persona alla quale probabilmente tiene di più in tutto il polyverso travolta dalle macerie, e sospira con pazienza, tornando a guardare il foglio sul quale sta ininterrottamente lavorando da quando sono arrivati su Tshivinzemlya.
“Se i miei calcoli sono corretti, questi totem,” spiega, mostrandone i progetti ad Abilene, “Saranno sufficienti ad incanalare abbastanza energia da portare a termine l’incantesimo. Ora, tutto quello che ci serve è una struttura. Una formula precisa, parole adatte, un rituale da seguire. Ottenuto questo, dovremmo farcela.”
Abilene annuisce seria. Sfila i progetti da sotto le sue braccia – si macchiano di inchiostro, ma il testo è ancora visibile. Li arrotola con cura, chiudendoli con un nastro che sfila dai propri stessi capelli, che scivolano pallidi e sottili lungo le sue spalle e la sua schiena.
“Se è una teoria solida, quella di cui abbiamo bisogno, so esattamente dove andare.”
*
“Chiave inglese,” dice Clun, sepolto a metà sotto il marchingegno la cui forma Cyprian non sarebbe in grado di descrivere se non come qualcosa di mostruoso, incompleto e a tratti perfino avvilente.
“Clun, abbi pazienza,” sospira, passandogli comunque lo strumento di cui ha bisogno, “Non sono sicuro che—“
“Funzionerà,” Clun non lo lascia nemmeno finire di parlare. La sua mano – e solo quella – spunta da sotto la macchina del tempo in divenire sulla quale sta lavorando. Cyprian osserva quella mano coperta di calli sparire da dove è venuta portando con sé la chiave inglese, e poi l’aria torna a riempirsi di suoni metallici spaventosamente simili a martellate.
“Non sono sicuro che sia così che si usa una chiave inglese.”
“Senti,” borbotta Clun, sporgendosi da sotto il trabiccolo. La sua faccia è coperta di olio e macchie nere di dubbia provenienza, “Lo ben saprò come si utilizza una chiave inglese. L’ho inventata.”
“Ah, davvero?”
“Ebbene, se vuoi saperlo, erano gli Anni del Ferro, e—“
“No, Clun,” Cyprian sospira, scuotendo il capo, “Non abbiamo tempo per questo.”
Irritato per l’interruzione, Clun scivola fuori sul suo carrello e si mette in piedi, spolverandosi sommariamente la polvere di dosso. “Ebbene,” borbotta, “Visto che non c’è tempo da perdere, sarai lieto di sapere che il mio lavoro qui è finito. Nel senso che ho fatto tutto quello che era possibile fare qui su Tanit. Per completare la macchina, ho bisogno di alcuni pezzi che posso trovare solo su Qides. Una volta lì, in un paio di giorni dovrei riuscire a portare a termine il lavoro.”
Sorpreso ma sollevato, Cyprian sorride. “Un paio di giorni?” ripete incredulo.
Clun distoglie lo sguardo, vagamente imbarazzato. “Non dicevi che non c’era tempo da perdere? Vuoi perdere tempo facendomi ripetere cose che so hai sentito perfettamente? Muoviamoci, no?”
Cyprian ride, annuendo. “Chiederò a Celes una via aperta per Qides entro stasera.”
*
”…e in aggiunta a tutto questo,” spiega il rappresentante dell’Alleanza della Luce, mentre Metacomet, seduto in un angolo, si trattiene a stento dall’urlare che non è qui per perdere tempo dietro ai problemi di una singola landa mentre l’intero polyverso minaccia di andare in pezzi, “l’impero nanico di Hunkl è sotto assedio da parte dei draghi, gli orchetti del nord razziano i villaggi di Avalot e gli eserciti pirati tengono le fortezze sulle coste sotto assedio. La situazione è critica, Mickal.”
“Galahad, non ti ho convocato per fornirmi ulteriori rompicapo da risolvere, ma per aiutarmi a trovare una soluzione,” borbotta Mickal, frustrato.
L’uomo di fronte a lui sospira pazientemente, scrollandosi i lunghi capelli bruni dalle spalle. “Ho portato questo,” dice, porgendogli un involto. Mentre Mickal ne svela il contenuto, spiega: “È in quarzo ambrato. Un materiale che reagisce alla magia, specialmente a quella di Tanit. Brillerà quando si troverà vicino ad altri artefatti che contengano magie gemelle. Dovrai viaggiare, ma questo ti faciliterà il compito.”
Commosso, Mickal si solleva in piedi, stringendo il ciondolo della collana fra le dita. “Galahad…” sussurra, “È… so cosa rappresenta per te questa—“
“Non c’è bisogno di ringraziare,” Galahad guarda altrove, nascondendo l’imbarazzo. “L’Alleanza della Luce terrà sotto controllo la situazione tanto a lungo quanto potrà,” promette, pima di tornare a guardare Mickal e Metacomet, “Ma fate presto.”
*
”Lænton, ti prego, non puoi tenermi il muso per questa cosa.”
“Non lo sto facendo, infatti.”
“Sì che lo stai facendo. Ti conosco. Tu tieni il muso così.”
“Comportandomi in maniera assolutamente normale?”
“Sì. Bisogna imparare a leggere le tue sfumature, e le tue sfumature dicono chiaramente che sei arrabbiato con me.”
“Mio amato, sono abbastanza sicuro di non avere affatto sfumature.”
“Non posso controllare la mia preoccupazione!”
“Nessuno te lo chiede.”
“Ma tu provi risentimento nei miei confronti perché continuo a pensare a lei!”
“Sei tu a dirlo, non io.”
“La vostra situazione sentimentale dev’essere ben stramba,” li interrompe Vibidius, sfogliando le pagine del tomo sul quale è chino da ore, “Se i vostri litigi coniugali hanno tutti la sorella di uno di voi due come centro.”
Lacros e Lænton si voltano a guardarlo, aggrottando le sopracciglia. “Piuttosto,” dice quest’ultimo, “Sei riuscito a trovare ciò che stavi cercando?”
“Ebbene sì,” commenta Vibidius con un sorriso, sollevandosi in piedi, “Nonostante il vostro continuo bisticciare mi abbia dato più problemi del caos sulla mia landa, credo di aver trovato la soluzione. Un filtro in grado di risanare chiunque da qualsiasi malattia debilitante. Il primo ingrediente ci attende su Leda.”
Non visto, Lacros lascia che i suoi occhi si illuminino di speranza.
*
Nell’oscurità appena rischiarata dalle candele della camera da letto di Manila, Celes stringe la mano inerte ed esangue di sua madre, cercando di trattenere le lacrime. “Torna da me,” continua a pensare con insistenza, come in una preghiera, e davvero pregherebbe, se credesse in qualcosa oltre che nella sua forza di volontà, e in quella di Manila stessa, “Sconfiggi qualsiasi cosa sia che ti tiene prigioniera, e torna da me. Ho bisogno di te. Mamma.”
“Celes,” la voce di Vesper, appena un sussurro, lo disturba. Si volta verso di lei, e si prende un secondo per godersi la carezza sulla nuca che lei gli offre, con una dolcezza inedita. “Sono arrivati.”
Il cuore di Celes accelera i battiti. Batterà due volte più veloce, anche per quello di sua madre, fin quando lei non si sarà ripresa.
Sulla soglia della stanza, si stagliano le figure familiari di Shannen e Langley. Celes lascia andare la mano della madre solo per correre loro incontro. La sua figura sottile scompare fra le braccia di Langley, mentre Shannen gli accarezza i capelli, passando le dita fra le ciocche bionde e rosse.
“Non so dirvi cosa significa per me avervi qui,” dice, il volto premuto contro il petto di Langley.
Che si volta a guardare Shannen con occhi carichi di apprensione, prima di dire, “Guai, purtroppo.”


*SUONA IL GONG* POPOLI, TRIBU', SQUADRE, AGGLOMERATI UMANOIDI PIUMATI E NON, LA PRIMA SETTIMANA DEL COW-T #7 SI E' UFFICIALMENTE CONCLUSA \O/

Un plauso è doveroso al #teamYSS, che fedele al suo nome ha portato a termina una settimana DA PAURA, postando la bellezza di 40 storie per un totale di troppi MP perché io possa ricordarmeli a questa tarda ora notturna. Complimenti vivissimi vanno fatti anche al #teamSMK, che ha combattuto fino alla fine con le unghie e con i denti, in pieno stile vampiresco, come più gli si confà. #teamTSH e #teamQID, per ora, osservano dalle retrovie, ma chissà che il futuro non riservi un paio di sorprese: d'altronde, avete sentito Langley in chiusura di intro, no? Ci sono grossi guai in arrivo :D

Ma non è questo il momento di pensarci. Adesso è il momento di festeggiare, oppure di cominciare a portare furente rancore, e pianificare crudeli vendette. Ah, e ovviamente di dare un'occhiata alle missioni della prossima settimana.

PUNTI MISSIONE
Ogni missione assegnata alle squadre va completata raccogliendo un certo numero di Punti Missione (PM) attraverso la segnalazione delle proprie storie nel form di FDP, avendo cura di inserire la spunta per la rispettiva missione.
Il numero di PM ottenuti è pari a quello del numero di parole, diviso per 20 e arrotondato per difetto (es: 100 parole = 5 PM; 119 parole = 5 PM; 120 parole = 6 PM); si riceve altresì un bonus al momento della segnalazione:
- se la storia è postata e segnalata entro il martedì, si ottiene un bonus del 20%;
se la storia è postata e segnalata entro il venerdì, si ottiene un bonus del 10%.
Tutti i calcoli sono effettuati dal form al momento della segnalazione e in modo automatico.
PROGRESSO
Ogni missione completata fornisce una certa quantità di Progresso rispetto all'obiettivo che ciascuna squadra si pone:
- il team Tshivinzemlya si propone di evocare il più potente incantesimo possibile, per risanare nello stesso momento la Veggente e il Cristallo;
- il team Qides si propone di costruire una Macchina del Tempo Selettiva per riportare il Cristallo indietro nel tempo e usarlo per guarire la Veggente;
- il team Ysmaros si propone di collezionare una serie di potenti artefatti che abbiano il potere di riforgiare un nuovo Cristallo e, poi, quello della Veggente;
- il team Somrak si propone di distillare una miracolosa pozione che guarisca la Veggente, in modo che possa ripristinare il Cristallo.
Il progresso è espresso in percentuale (%). Quando un team avrà raggiunto il 100%, potrà tornare su Tanit e provare a perseguire il proprio obiettivo, prima che scada il tempo e la vita della Veggente sia perduta per sempre.
MISSIONE 1
Il team che porterà a termine il compito di scrivere almeno 3 storie da almeno 2000 parole l'una, usando come prompt almeno uno tra viaggio, attesa, incertezza, progetti, avanzerà del 2.5% di progresso. Il limite minimo di parole diminuisce di 400 parole per ciascun prompt aggiuntivo e utilizzato contemporaneamente in quella storia:
1 prompt a scelta = minimo 2000 parole
2 prompt a scelta = minimo 1600 parole
3 prompt a scelta = minimo 1200 parole
4 prompt = minimo 800 parole.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
VIAGGIO e/o ATTESA e/o INCERTEZZA e/o PROGETTI
3 storie
2000 parole minimo
(meno eventuali bonus)
MISSIONE 2
Il team che porterà a termine il compito di scrivere un qualsiasi numero di storie per un totale di almeno 200 PM, usando i prompt assegnati a ciascuna squadra, avanzerà del 2.5% di progresso.
team Tshivinzemlya
ARMONIA
200 PM minimo
team Qides
GENIALITÀ
team Ysmaros
CONOSCENZA
team Somrak
LIBERTÀ
BONUS PROGRESSO
Il team che avrà scritto il maggior numero di storie avanzerà di un ulteriore 1.5% di progresso. Il team che avrà raccolto il maggior numero di PM avanzerà di un ulteriore 1.5% di progresso.

Sentitevi pure liberi di ritirarvi e ritrovarvi settimanalmente nelle vostre chatroom private di squadra in cui chiacchiererete felicemente di cosa siete disposti a fillare e brainstormerete insieme per aiutarvi a plottare storie! Il COW-T incoraggia gli scannamenti (moderati) fra squadre opposte, ma incoraggia anche il gioco di squadra, quindi, ecco, giocate di squadra <3

NOTA IMPORTANTE: A partire da questa settimana in poi, chiarifichiamo meglio le regole per il postaggio/uso dei capitoli all'interno del COW-T. Per qualsiasi dubbio, fate riferimento allo schema che segue (e che troverete riportato anche all'interno del regolamento):

1 - Due capitoli della stessa storia per la stessa missione: no
2 - Due capitoli di due storie diverse per la stessa missione: sì
3 - Un capitolo di una storia per M1 e un altro capitolo della stessa storia per M2: sì
4 - Un capitolo di una storia per M1 e un capitolo di un'altra storia per M2: sì
5 - Le oneshot appartenenti a serie (intendendo per "serie" quelle dell'AO3: storie legate in maniera più o meno debole, ma indipendenti l'una dall'altra) contano a tutti gli effetti come oneshot, non come capitoli di una storia, quindi non c'è problema per il postaggio
6 - Le oneshot appartenenti a una raccolta (intendendo per "raccolta" quella dell'EFP: storie legate da una traccia/tema/ispirazione comune, consequenziali e intrinsecamente iscindibili) sono equiparate ai capitoli e si rifanno ai punti 1-2-3-4

Ricordate che siamo qui per ogni domanda, ma che vi è tassativamente e moralmente proibito cominciare a chiederci robe tipo "maaaaa se io scrivo su mia nonna in carriola e mio nonno sul trattore, posso usarla come interpretazione di questo o quel prompt?", perché queste sono sempre le domande alle quali non manchiamo mai di rispondere con un educatissimo "fai il cazzo che ti pare". Compilate il form attentamente (e ricordate si spuntare la casellina del COW-T e della missione alla quale la storia partecipa, o non verrà conteggiata!), date un'occhiata al regolamento prima di muovervi a sproposito, sentitevi liberi di consultare il minisito dedicato all'iniziativa, scrivete tanto - entro le 23.59 dell'11/02 -, divertitevi ancora di più ed alla settimana prossima! ♥
 
 
Dolore. Polvere. Celes si risveglia coricato su un fianco, e percepisce immediatamente le fitte nei punti in cui gli si è scorticata la pelle; a parte quello, non gli sembra di aver niente di rotto o squarciato, perciò prova cautamente a mettersi in piedi, riuscendoci.
Non riconosce ciò che i suoi occhi registrano. Un'intera ala del Palazzo Reale è crollata, quella di fronte a lui; se non si fosse allontanato per la noia del discorso di sua madre--

Per tutte le Lande.
"Madre!" esclama, paralizzato dall'orrore, ma la necessità di sincerarsi che la sua famiglia stia bene prevale anche su quello: "Madre! Madre!" ripete, e si fa strada tra le macerie, aiutando zia Abilene a disincastrare il suo abito da gran pompa da un muro crollato, registrando che zio Cyprian e gli stranieri convocati per la Lotta - una cosa così
stupida, adesso - sono tutto sommato illesi, individuando Vesper che si regge un fianco inzuppato di sangue, ma che sembra in grado di camminare appoggiata a--
"Papà! Vesper!" strilla, stringendo i fianchi sottili di Metacomet, rassicurato dalla carezza debole di Vesper. Senz'altro anche sua madre sarà un po' sconvolta, coi vestiti strappati, ma starà bene, si dice mentre sposta macerie dai cumuli più elevati.
Poi vede una mano, la mano che conosce meglio delle proprie, spuntare da una frana più grande delle altre; senza più forze, stringe un mucchietto di schegge che brillano debolmente.
Lacros grida, disperato, quando li raggiunge, e inizia a scavare con le mani e le unghie, come se ne andasse della vita di tutto il Polyverso.
Cosa che in effetti è.

*

"La legge è molto chiara in proposito, Celes," dice Vesper, la voce affranta ma ferma, nel tentativo impossibile di infondere calma nel proprio figlio adottivo. "Devi giurare come reggente. E in quanto tale, non puoi lasciare Tanit finché Manila non sarà in grado di riprendere il trono, o finché non avrai designato un erede. Se Manila…" tira su col naso, a disagio al solo esprimere l'idea. "No, niente. Non pensiamoci adesso."
"Se Manila muore, non mi preoccuperei di una stupida legge per far sposare Celes con un qualche baronetto di Tanit!" esclama Metacomet, irritato e impaurito insieme. "Il Cristallo delle Lande è distrutto… il talismano più potente di tutti gli universi, il mezzo di trasporto istantaneo tra le Lande, il custode dei pianeti indifesi contro le forze del male…”
"... infranto in un unico attacco," completa Cyprian. "La Veggente in carica ferita da una lama avvelenata e in coma, nel trambusto di un attacco che ha colpito il Palazzo di Tanit. Un luogo nascosto a molti, anche se non a tutti."
Laenton entra nel Consiglio, trafelato e in preda a una crisi di pianto. "A Sua Altezza non resta molto tempo. Sette settimane, forse meno. Il veleno si fa strada nelle sue viscere, e non vi è modo di fermarlo, solo di rallentarlo."
"Dobbiamo restare qui a vederla…"
"No."
Sono quattro le voci che si sovrappongono quasi in contemporanea: i quattro stranieri, che guardano verso Celes, sapendo per istinto che è lui la maggiore autorità nella stanza.
"Veggente, siamo addolorati per la vostra sciagura," si fa avanti Vibidius, il mago proveniente dalla Landa della libertà e del crepuscolo, Somrak. "La magia sul nostro mondo è vasta e potente, e io l'ho studiata per anni. Ritengo di poter individuare e distillare un antidoto abbastanza potente per la vostra signora madre."
"Non hai sentito il cerusico?" commenta Mikael, il mezzelfo di Ysmaros - la Landa che riecheggia nella fantasia degli uomini, la fonte della conoscenza; "
Le mani di re sono mani di guaritore, dice la profezia, eppure non c'è guarigione che io possa impartire alla Veggente. Ci sono talismani potenti nelle mie terre, che non hanno eguali nel Polyverso. Permettetemi di ritrovarli e di portarli qui, signor Celes."
"Serve magia, è vero," conviene Ailin, lasciando che le sue ali screziate fremano un istante: Tshivinzemlya è la sua Landa, un mondo dove il potere più selvaggio può comunque trovare una propria armonia. "Serve magia della più potente e fine, che possa essere plasmata allo scopo in questione: salvare una vita, la vita di Occhioluce-pan, e i nostri mondi con essa. Gli artefatti di Mikael-vin sono oggetti magici, ma hanno certamente uno scopo diverso da quello che ci è necessario; e un filtro magico, come quello proposto da Vibidius-vin, non contiene abbastanza magia, a mio avviso. Sul mio mondo posso tessere una magia, Occhiogiovane-pan, come mai se ne sono viste negli universi: chiederò al mio popolo, a tutti i popoli di Tshivinzemlya, di tesserlo con me. Una volta imbrigliata la magia…"
"Torniamo indietro nel tempo!" La voce di Clun squilla come campane di bronzo, e sovrasta il mormorio simile ad acqua tenuto da Ailin. "Posso costruire una macchina del tempo, Qides è piena di marchingegni che possono fare al caso nostro! Non dovremo ricorrere a nessuna magia, nessun grado di incertezza: torniamo indietro nel tempo, sventiamo l'attacco. Salva la Veggente, salva il mondo!"
"Questa l'ho già sentita," mormora Mickal, l'espressione assorta nel tentativo di ricordare.
"Basta." Celes si alza, fingendo al meglio tutta la sicurezza di cui ha bisogno. "Non so chi abbia ragione, tra voi, ma non si dica che non abbia provato ogni mezzo per salvare mia madre. Andate sui vostri mondi. Completate le missioni che vi siete preposti. Tornate qui, e sarete ricompensati. Zia Abilene," dice, voltandosi verso la squinternata drag-queen assisa su un trono intagliato, "accompagna Ailin. Zio Cyprian, con Clun. Papà, vai con Mickal, farò io la guardia alla mamma." Guarda verso Vesper, che scuote il capo.
"Io non lascio il capezzale di tua madre. Non parti tu, non parto neppure io."
"Potresti salvarla."
"Lei mi ha
scelta. Ci ha messo sette settimane a scegliermi. Io non passerò sette settimane a vederla morire senza prodigarmi al suo fianco. Lacros, ci andrai tu, con Vibidius."
Lacros impiega qualche istante a riscuotersi dalla paralisi, realizzando lentamente quanto ha chiesto Vesper. "Io?"
"Sì, tu. Se proprio non vuoi andare da solo, prendi quella megera di tuo marito e vai con lui. Siamo circondati dall'intera Guardia Reale, nel punto più inattaccabile del Palazzo d'Estate, non ci attaccheranno una seconda volta. Io di una sgualdrina non mi fido."
"Ci vuole una sgualdrina per riconoscerne un'altra," concede Vibidius, con un sorriso beffardo. "Per fortuna voglio salvare l'universo."
"Basta così." Celes alza una mano. "Qui combattiamo una battaglia per salvare l'intero Polyverso, non per vincere la vittoria. Non fallite, o non ci sarà più niente da salvare."


E dopo l'eccesso di emozioni di questo pomeriggio, diamo finalmente e ufficialmente inizio alle danze XD Bentornati vecchi utenti, benvenuti nuovi utenti, questo è il COW-T, l'unico gioco comunitario di scrittura online in cui SCRIVI fa rima con ANSIA!

Per riassumere: quest'anno abbiamo un nuovo Veggente, l'avete già incontrato l'anno scorso, è Celes, il figlio di Manila. Una personalità malvagia dall'identità ancora sconosciuta, proprio nel giorno in cui Celes e sua madre avrebbero dovuto dare inizio al nuovo COW-T ha fatto saltare in aria il palazzo reale: ora Manila è in pericolo, Celes deve tenere insieme le Lande senza il potere del Cristallo che usualmente le protegge e i capisquadra sono partiti in missione per provare a salvare il mondo, ognuno a proprio modo. Le loro rispettive popolazioni (VOI!) dovranno aiutarli a raccogliere tutto ciò di cui hanno bisogno per arrivare alla soluzione, e in quest'ottica ogni singola parola/storia è fondamentale.

Quest'anno, la salvezza della Veggente - e quindi del polyverso! - dipende da tutti voi: ogni singola missione, ogni singola settimana può nascondere la chiave per salvare la vita a Manila. Anche perdere una sola missione potrebbe vanificare gli sforzi compiuti da tutti quanti! But no pressure 8D

Ai partecipanti storici: confido che non abbiate bisogno di sentirvi ripetere per la trecentesima volta come funziona XD Le missioni sono due, una con prompt generico uguale per tutte le Squadre, una seconda con regole differenti, contenente nel caso di questa prima settimana tre prompt tra i quali scegliere. In aggiunta, i due "bonus progresso", che vi premiano per il maggior numero di punti ottenuti. Il sistema di punteggio è riassunto anch'esso nello schema, assieme alle missioni. Per qualsiasi domanda siamo qui.

Ai nuovi arrivati: ancora una volta, benvenuti <3 Speriamo che il COW-T non vi confonda troppo. Per qualsiasi domanda specifica, rivolgetevi pure ai vostri compagni anziani o a noi della Triade postando un commento con le vostre domande qui sotto o su Slack. Per il resto, riassumendo, quello che dovete fare è: scrivere, scrivere, scrivere XD E, possibilmente, divertirvi.

Note sparse:
1) Dovreste tutti aver ricevuto un invito per entrare nella chatroom privata della vostra Squadra su Slack. Qualora non fosse arrivato, avvisateci e provvederemo a inoltrarvelo.
2) L'invito a cercare di mantenere un certo controllo sulla vostra competitività è valido anche quest'anno, il che non significa che vi vogliamo mosci e non-competitivi, ma semplicemente che gradiremmo che questa competitività non si trasformasse in violenza. Non vogliamo vedere gente che si infama pubblicamente, che insulta le squadre avversarie, odi razziali di varie forme e dimensioni, perché ci fanno schifo. Fate i bravi <3
3) Il form e il minisito dedicato all'iniziativa NON SONO ANCORA PRONTI ma lo saranno a breve, non impanicatevi e seguite Twitter per essere avvisati quando saranno online (idealmente, nella giornata di domani). Nel mentre cominciate a scrivere, che sennò poi fate tardi.

PUNTI MISSIONE
Ogni missione assegnata alle squadre va completata raccogliendo un certo numero di Punti Missione (PM) attraverso la segnalazione delle proprie storie nel form di FDP, avendo cura di inserire la spunta per la rispettiva missione.
Il numero di PM ottenuti è pari a quello del numero di parole, diviso per 20 e arrotondato per difetto (es: 100 parole = 5 PM; 119 parole = 5 PM; 120 parole = 6 PM); si riceve altresì un bonus al momento della segnalazione:
- se la storia è postata e segnalata entro il martedì, si ottiene un bonus del 20%;
se la storia è postata e segnalata entro il venerdì, si ottiene un bonus del 10%.
Tutti i calcoli sono effettuati dal form al momento della segnalazione e in modo automatico.
PROGRESSO
Ogni missione completata fornisce una certa quantità di Progresso rispetto all'obiettivo che ciascuna squadra si pone:
- il team Tshivinzemlya si propone di evocare il più potente incantesimo possibile, per risanare nello stesso momento la Veggente e il Cristallo;
- il team Qides si propone di costruire una Macchina del Tempo Selettiva per riportare il Cristallo indietro nel tempo e usarlo per guarire la Veggente;
- il team Ysmaros si propone di collezionare una serie di potenti artefatti che abbiano il potere di riforgiare un nuovo Cristallo e, poi, quello della Veggente;
- il team Somrak si propone di distillare una miracolosa pozione che guarisca la Veggente, in modo che possa ripristinare il Cristallo.
Il progresso è espresso in percentuale (%). Quando un team avrà raggiunto il 100%, potrà tornare su Tanit e provare a perseguire il proprio obiettivo, prima che scada il tempo e la vita della Veggente sia perduta per sempre.
MISSIONE 1
Il team che porterà a termine il compito di scrivere almeno 6 storie da almeno 300 parole l'una, usando come prompt paura, avanzerà del 2% di progresso.
team Tshivinzemlya
team Qides
team Ysmaros
team Somrak
PAURA
6 storie
300 parole minimo
MISSIONE 2
Il team che porterà a termine il compito di scrivere almeno 3 storie da almeno 600 parole l'una, usando i prompt assegnati a ciascuna squadra, avanzerà del 2% di progresso.
Ciascun prompt va utilizzato almeno una volta e ogni storia può essere contata per un solo prompt.
team Tshivinzemlya
SERENO - NEVE - OSCURITÀ
3 storie
600 parole minimo
team Qides
PIOGGIA - NEVE - OSCURITÀ
team Ysmaros
PIOGGIA - SERENO - OSCURITÀ
team Somrak
PIOGGIA - SERENO - NEVE
BONUS PROGRESSO
Il team che avrà scritto il maggior numero di storie avanzerà di un ulteriore 1% di progresso. Il team che avrà raccolto il maggior numero di PM avanzerà di un ulteriore 1% di progresso.

Sentitevi pure liberi di ritirarvi e ritrovarvi settimanalmente nelle vostre chatroom private di squadra in cui chiacchiererete felicemente di cosa siete disposti a fillare e brainstormerete insieme per aiutarvi a plottare storie! Il COW-T incoraggia gli scannamenti (moderati) fra squadre opposte, ma incoraggia anche il gioco di squadra, quindi, ecco, giocate di squadra <3

Ricordate che siamo qui per ogni domanda, ma che vi è tassativamente e moralmente proibito cominciare a chiederci robe tipo "maaaaa se io scrivo su mia nonna in carriola e mio nonno sul trattore, posso usarla come interpretazione di questo o quel prompt?", perché queste sono sempre le domande alle quali non manchiamo mai di rispondere con un educatissimo "fai il cazzo che ti pare". Compilate il form attentamente (e ricordate si spuntare la casellina del COW-T e della missione alla quale la storia partecipa, o non verrà conteggiata!), date un'occhiata al regolamento prima di muovervi a sproposito, sentitevi liberi di consultare il minisito dedicato all'iniziativa (presto in funzione, ribadiamo: idealmente nella giornata di domani), scrivete tanto - entro le 23.59 del 04/02 -, divertitevi ancora di più ed alla settimana prossima! ♥
 
 
Sono passati sei anni dagli avvenimenti della scorsa edizione.
Su Tanit, il pianeta dove risiede dalla creazione del Polyverso la multimillenaria stirpe delle Veggenti, esseri femminili senza tempo capaci di intervenire nei destini dei mondi, la Regina regnante Manila e il Veggente in Carica, suo figlio Celes (nato Celestia) stanno scegliendo dove ambientare la battaglia nota come "Clash of the Titans"; è la prima volta per Celes, dopo i suoi studi all'Accademia Magica di Titania e il suo percorso di accettazione che l'ha portato a essere il primo Veggente transgender, e sua madre ci tiene a che sia la migliore battaglia possibile.
Dopo una serie di valutazioni che li portano a scartare mondi vecchi e nuovi - a Manila sarebbe piaciuto fare visita ad Aimatopolis, perché la vita di una Veggente è fatta di cicli dentro i cicli e altre massime filosofiche di questo genere - Celes azzarda l'idea di far scontrare non quattro personalità o quattro popoli, ma addirittura quattro Lande.


... 8D Buongiorno. Ci sono tante cose che capitano per tantissimo tempo e poi improvvisamente smettono di capitare: le mezze stagioni, quando la vostra pizzeria preferita ha la pizza coi fagioli e poi la elimina dal menu, i festival del fumetto, i pomeriggi nelle discoteche per mocciosi quando hai quattordici anni, ma IL COW-T DECISAMENTE NON E' UNA DI QUELLE COSE \O/ Il COW-T non smette, il COW-T non si ferma, il COW-T è eterno, così eterno che uno giustamente quasi si dimentica che non è nato con la creazione del mondo, bensì appena sette anni fa.

Anche quest'anno ci pregeremo di presentarvi una minima "variazione sul tema", non solo rispetto all'anno scorso, ma anche rispetto a tutti gli anni precedenti (a proposito: ci seguite già su Twitter? @landedifandom / @LaVeggente), ma questi simpatici dettagli e discrepanze avranno modo di essere serenamente discusse nei prossimi giorni, man mano che il gioco va avanti. Per adesso, limitiamoci al solito post di servizio-smistamento-squadre!

Prima di lanciarci nell'usuale, caotico tran tran, però, una rinfrescatina al regolamento, anche perché quest'anno c'è UN SACCO DI GENTE NUOVA, bless your sweet sweet souls. Non avete idea del guaio in cui vi siete cacciati :>

Nascosto qui sotto.Collapse )

Detto ciò, passiamo a illustrare le squadre!

Squadre
#TEAMTSH
#TEAMQID
#TEAMYSS
#TEAMSMK
p_will
misako93
kuruccha
manubibi
sango79
shariaruna
heaven_may_burn
mikmikarin
lisachanoando
faechan
lacicer
janie_tangerine
mapi_littleowl
sidhedcv
shiroi_11
king_eomer
phoenix_bellamy
matt_the_knight
mrbalkanophile
yukanda_lavi
sidralake
oducchan
foggydevil
flannery_flame
picavasnormandy
knockwave
fiamma_drakon
kurecchi
h_mushroom
midoriharuka
tatsueigo
arwen1988
brokenapeiron
talpy
allonsy_sk
chibi_saru11
melting_lullaby
miharu92
nike158
kyriefortune
scopameloni
alexiel_hamona
akiiboou
ranting_one
xshade_shinra
just_jaqueline
archeocosa
renrenren3

Sentitevi pure incoraggiati a customizzare le vostre icon come preferite per mostrare appartenenza a questa o quella squadra. Le facce dei vostri amati condottieri le trovate sul Twitter di @landedifandom <3

IMPORTANTE Anche quest'anno l'amministrazione ha deciso di regalare alle squadre delle stanze di coordinamento sul canale chat ufficiale di landedifandom su Slack! Ogni popolazione avrà una propria stanza segreta all'interno della quale i membri delle altre squadre non potranno entrare. Lì, con la massima discrezione, potrete plottare tutti insieme come postare 750 storie all'ultimo minuto, scatenando l'ira funesta di almeno un terzo della Triade. No, scherziamo. Non era un suggerimento. Srsly non fatelo.
Non preoccupatevi se non avete ancora ricevuto direttive specifiche su come raggiungere le stanze, riceverete presto maggiori indicazioni in merito, abbiate fede <3
Nel mentre, se siete nuovi e non siete ancora iscritti al canale su Slack, ricordatevi di scriverci un MP su Twitter richiedendo l'attivazione del vostro account!

E per il momento, questo è il proverbiale quanto. Seguiteci con attenzione su tutte le nostre piattaforme, e a prestissimissimo per l'apertura ufficiale della prima settimana del COW-T #7!